Impianti e scale case prefabbricate

impianti su pannelli prefabbricati

SCALE: Nel sistema costruttivo antisismico PREFAB le scale sono normalmente realizzate con rampe prefabbricate in c.a., in modo tale da ottimizzare i tempi di esecuzione e conferire uniformità alla struttura. L’utilizzo di questa tipologia di scala ha il vantaggio di consentire l’immediato collegamento tra i piani dell’edificio, senza ricorrere a soluzioni provvisorie. Le scale possono essere realizzate anche in altri materiali, ad esempio in legno, ferro ecc. e posizionate successivamente alla costruzione della struttura portante.

IMPIANTISTICA: Uno dei problemi delle case prefabbricate in cemento armato, così come sono state conosciute fino ad ora, è quello riguardante la posizione fissa ed invariabile delle canalizzazioni per l’impiantistica.
Il fatto poi di dovere decidere la posizione di tutti gli impianti ancora prima di avere studiato la distribuzione dell’arredamento, limita di fatto la creatività e la libertà di potere adattare anche gli impianti al variare delle esigenze.
PREFAB ha adottato un sistema di contropareti per la collocazione dell'impiantistica che, evitando la predisposizione fissa e predefinita nel pannello delle varie tubazioni, consente in qualsiasi momento assicurare flessibilità alla casa, permettendo nel contempo di semplificare l’ispezionabilità delle tubazioni e canalizzazioni.
Ciò si traduce in facilità ed economicità sia in caso di riparazioni, sia per eventuali variazioni del posizionamento di tutti gli impianti della casa, esattamente come avviene  in una costruzione tradizionale.
Per la scelta della tipologia degli impianti è possibile spaziare tra tutte le soluzioni proposte dal mercato.
Le contropareti, inoltre, possono essere realizzate in diversi materiali, così come le pareti divisorie interne non strutturali; ad esempio con cartongesso, mattoni forati, blocchi preintonacati.  
Il rivestimento interno dei pannelli in c.a. con questi materiali permette inoltre la formazione di una intercapedine, che può essere anche ulteriormente isolata, che aumenta la resistenza termica delle pareti e permette agli ambienti interni di “respirare”, favorendo la dispersione dell’umidità in eccesso ed evitando la formazione di  muffe e condense.